Il mercato delle sigarette in Italia presenta in questi anni una tendenza alla diversificazione, con fenomeni come la sostituzione di prodotto e la formazione di un significativo segmento di fumatori di sigarette fatte in proprio (Roll-Your-Own), un fenomeno denominato “sostituzione di prodotto”, perché alcuni fumatori, invece di smettere, passano a prodotti più economici. Può segnalare una falla nel sistema di tassazione che vanifica l’utilità dell’aumento dei prezzi ai fini di salute, con il pericolo ulteriore di un aumento della disuguaglianza, a scapito della parte di popolazione più povera.

Inoltre si assiste alla diffusione di nuovi prodotti come le sigarette elettroniche, tra gli adulti e i ragazzi, e di sigarette a tabacco riscaldato. Su questi si appuntano le aspettative dell’industria, le speranze di molti fumatori che vogliono ridurre i rischi, pur conservando la dipendenza da nicotina. D’altra parte essi suscitano preoccupazione del mondo della salute, perché questi prodotti possono rivelarsi un mezzo per la iniziazione al fumo e alla dipendenza da nicotina tra i ragazzi e, a conti fatti, possano alla fine rivelarsi un rimedio peggiore del male nella popolazione.

LEGGI l’aggiornamento all’anno 2020: Le vendite di sigarette diminuiscono, altri prodotti si affermano (25 Giugno 2021)


VENDITE DI SIGARETTE CONFEZIONATE

Nel periodo 2004 – 2017 le vendite di sigarette confezionate appaiono in costante riduzione, in Italia: da quando, nel 2004, se ne vendevano circa 24 milioni di Kilogrammi al trimestre, al 2017 anno in cui ne sono stati venduti circa 18 milioni di Kg, una riduzione del 27%.

Bisogna tener conto del fatto che 1 kg equivale a 1000 sigarette.


VENDITE DI TABACCO SCIOLTO

Dal 2004 al 2017 sono aumentate le vendite di tabacco sciolto per sigarette fatte a mano. Rilevante è stato il balzo negli anni 2009 – 2012, il periodo della crisi economica. Nel 2017, per 1000 Kgr di sigarette confezionate si sono venduti 130 Kgr di trinciati, mentre nel 2004 se ne vendevano appena 6 Kgr.


VENDITE DI TABACCO per dispositivi che riscaldano il tabacco

Il tabacco per dispositivi che, invece di bruciarlo, lo riscaldano (Prodotti a tabacco riscaldato, in sigla HTP oppure H-N-B) sta rapidamente conquistando la terza posizione nella classifica dei prodotti più venduti, dopo sigarette confezionate e tabacco sciolto per sigarette fatte in proprio (RYO).